Mattoni faccia a vista






La Direttiva europea 89/106/CE “Prodotti da costruzione”, recepita in Italia nel 1993, prevede che le opere realizzate rispondano a determinati requisiti “essenziali”, garantendo così sicurezza e comfort agli utenti. Per rispondere a tali esigenze, i prodotti debbono a loro volta assicurare determinate caratteristiche prestazionali che il produttore deve comunicare al mercato in modo inequivocabile. Per quanto concerne gli elementi in laterizio faccia a vista, tali requisiti sono riportati all’interno di una normativa (UNI EN 771-1, “Specifica per elementi per muratura. Elementi per muratura di laterizio”). La norma UNI EN 771-1 prevede che il produttore:

  • esegua su tutti i prodotti le verifiche delle caratteristiche considerate, utilizzando le nuove metodiche di prova contenute nella serie UNI EN 772; 
  • dichiari al mercato la conformità dei suoi prodotti alla norma, accompagnando ogni fornitura con una apposita scheda (cartiglio) all’interno del quale, oltre alle caratteristiche specifiche, siano precisati la destinazione d’uso del materiale commercializzato e l’eventuale identificazione dell’organismo dell’organismo di “parte terza” che ha certificato il sistema di controllo in fabbrica; 
  • organizzi presso lo stabilimento di produzione un sistema di controllo del processo produttivo, secondo procedure, frequenze dei prelievi e campionature definite, certificato o meno (in funzione della destinazione d’uso e delle caratteristiche peculiari) da un organismo esterno abilitato.

Il rispetto della normativa UNI EN 771-1 e la garanzia di un controllo sistematico presso l’unità di produzione consentono di contrassegnare i prodotti (in accordo con gli obblighi di legge) con il marchio CE.

Quest’ultimo può essere stampigliato direttamente sul materiale, o sull’imballo, o sui documenti che accompagnano le merci nel loro percorso verso il mercato.

UNI EN 771-1 SPECIFICA PER ELEMENTI PER MURATURA – PARTE 1: ELEMENTI PER MURATURA DI LATERIZIO
UNI EN 772-1 METODI DI PROVA PER ELEMENTI DI MURATURA – DETERMINAZIONE DELLA RESISTENZA A COMPRESSIONE
UNI EN 772-3 DETERMINAZIONE DEL VOLUME NETTO E DELLA PERCENTUALE DEI VUOTI DEGLI ELEMENTI DI MURATURA DI LATERIZIO MEDIANTE PESATURA IDROSTATICA
UNI EN 772-5 METODI DI PROVA PER ELEMENTI DI MURATURA – DETERMINAZIONE DEL TENORE DI SALI SOLUBILI ATTIVI DEGLI ELEMENTI DI MURATURA DI LATERIZIO
UNI EN 772-7 METODI DI PROVA PER ELEMENTI DI MURATURA – DETERMINAZIONE DELL’ASSORBIMENTO D’ACQUA DI STRATI IMPERMEABILI ALL’UMIDITÀ DI ELEMENTI DI MURATURA DI LATERIZIO MEDIANTE BOLLITURA IN ACQUA
UNI EN 772-9 + A1/1998 METODI DI PROVA PER ELEMENTI DI MURATURA – DETERMINAZIONE DEL VOLUME E DELLA PERCENTUALE DEI VUOTI E DEL VOLUME NETTO DEGLI ELEMENTI DI MURATURA IN SILICATO DI CALCIO E MURATURA IN LATERIZIO MEDIANTE RIEMPIMENTO CON SABBIA
UNI EN 772-11 METODI DI PROVA PER ELEMENTI DI MURATURA – DETERMINAZIONE DELL’ASSORBIMENTO D’ACQUA DEGLI ELEMENTI DI MURATURA DI CALCESTRUZZO, DI MATERIALE LAPIDEO AGGLOMERATO E NATURALE DOVUTA ALLA CAPILLARITÀ ED AL TASSO INIZIALE DI ASSORBIMENTO D’ACQUA DEGLI ELEMENTI DI MURATURA DI LATERIZIO
UNI EN 772-13 METODI DI PROVA PER ELEMENTI DI MURATURA – DETERMINAZIONE DELLA MASSA VOLUMICA A SECCO ASSOLUTA E DELLA MASSA VOLUMICA A SECCO APPARENTE DEGLI ELEMENTI DI MURATURA (AD ECCEZIONE DELLA PIETRA NATURALE)
UNI EN 772-16 METODI DI PROVA PER ELEMENTI DI MURATURA – PARTE 16: DETERMINAZIONE DELLE DIMENSIONI
UNI EN 772-19 METODI DI PROVA PER ELEMENTI DI MURATURA – DETERMINAZIONE DELLA DILATAZIONE ALL’UMIDITÀ DI GRANDI ELEMENTI DA MURATURA IN LATERIZIO CON FORI ORIZZONTALI
UNI EN 772-20 METODI DI PROVA PER ELEMENTI DI MURATURA – PARTE 20: DETERMINAZIONE DELLA PLANARITÀ DELLE FACCE DEGLI ELEMENTI DI MURATURA

 

UNI EN 1996-1-1 EUROCODICE 6 – PROGETTAZIONE DELLE STRUTTURE DI MURATURA – PARTE 1-1: REGOLE GENERALI PER STRUTTURE DI MURATURA ARMATA E NON ARMATA
UNI EN 1996-2 EUROCODICE 6 – PROGETTAZIONE DELLE STRUTTURE DI MURATURA – PARTE 2: CONSIDERAZIONI PROGETTUALI, SELEZIONE DEI MATERIALI ED ESECUZIONE DELLE MURATURE
UNI EN 1996-3 EUROCODICE 6 – PROGETTAZIONE DELLE STRUTTURE DI MURATURA – PARTE 3: METODI DI CALCOLO SEMPLIFICATO PER STRUTTURE DI MURATURA NON ARMATA
UNI EN 1998-1 EUROCODICE 8 – PROGETTAZIONE DELLE STRUTTURE PER LA RESISTENZA SISMICA – PARTE 1: REGOLE GENERALI, AZIONI SISMICHE E REGOLE PER GLI EDIFICI
L. 5/11/1971 n.1086 NORME PER LA DISCIPLINA DELLE OPERE DI CONGLOMERATO CEMENTIZIO ARMATO, NORMALE E PRECOMPRESSO ED A STRUTTURA METALLICA
L. 2/2/1974 n.64 PROVVEDIMENTI PER LE COSTRUZIONI CON PARTICOLARI PRESCRIZIONI PER LE ZONE SISMICHE
D.M. 2/07/1981 NORMATIVA PER LE RIPARAZIONI ED IL RAFFORZAMENTO DEGLI EDIFICI DANNEGGIATI DAL SISMA NELLE REGIONI BASILICATA, CAMPANIA E PUGLIA
CIRCOLARE n.21745 DEL 30/07/1981 ISTRUZIONI RELATIVE ALLA NORMATIVA TECNICA PER LA RIPARAZIONE ED IL RAFFORZAMENTO DEGLI EDIFICI IN MURATURA DANNEGGIATI DAL SISMA
L. 14/05/1981 n. 219 – ART. 10 INTERVENTI IN FAVORE DELLE POPOLAZIONI COLPITE DAGLI EVENTI SISMICI DEL NOVEMBRE ’80 E DEL FEBBRAIO ’81
D.M. 20/11/1987 NORME TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE, ESECUZIONE E COLLAUDO DEGLI EDIFICI IN MURATURA E LORO CONSOLIDAMENTO
D.M. 3/12/1987 NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI PREFABBRICATE
CIRCOLARE n. 30787 DEL 04/01/1989 ISTRUZIONI IN MERITO ALLE NORME TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE, ESECUZIONE E COLLAUDO DEGLI EDIFICI IN MURATURA E PER IL LORO CONSOLIDAMENTO
D.M. 16/01/1996 NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI IN ZONE SISMICHE
D.M. 16/01/1996 NORME TECNICHE RELATIVE AI “CRITERI GENERALI PER LA VERIFICA DI SICUREZZA DELLE COSTRUZIONI E DEI CARICHI E SOVRACCARICHI
CIRCOLARE n. 156 DEL 4/07/1996 ISTRUZIONI PER L’APPLICAZIONE DELLE «NORME TECNICHE RELATIVE AI CRITERI GENERALI PER LA VERIFICA DI SICUREZZA DELLE COSTRUZIONI E DEI CARICHI E SOVRACCARICHI» DI CUI AL DECRETO MINISTERIALE 16 GENNAIO 1996
CIRCOLARE 65/AA.GG. DEL 10/04/1997 ISTRUZIONI PER L’APPLICAZIONE DELLE “NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI IN ZONE SISMICHE” DI CUI AL D.M. 16 GENNAIO 1996
O.P.C.M. 20/03/2003 n. 3274 PRIMI ELEMENTI IN MATERIA DI CRITERI GENERALI PER LA CLASSIFICAZIONE SISMICA DEL TERRITORIO NAZIONALE E DI NORMATIVE TECNICHE PER LE COSTRUZIONI IN ZONA SISMICA.
O.P.C.M. 3/05/2005 n. 3431 ULTERIORI MODIFICHE ED INTEGRAZIONI ALL’ORDINANZA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI N.3274 DEL 20 MARZO 2003, RECANTE “PRIMI ELEMENTI IN MATERIA DI CRITERI GENERALI PER LA CLASSIFICAZIONE SISMICA DEL TERRITORIO NAZIONALE E DI NORMATIVE TECNICHE PER LE COSTRUZIONI IN ZONA SISMICA”.
D.M. 14/09/05 NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI
D.M. 14/01/2008 “NUOVE” NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI
CIRCOLARE N.617 DEL 2/2/2009 CIRCOLARE DEL MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI APPROVATA DAL CONSIGLIO SUPERIORE DEI LAVORI PUBBLICI “ISTRUZIONI PER L’APPLICAZIONE DELLE  “NUOVE NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI”  DI CUI AL D.M. 14 GENNAIO 2008.
OPCM 6/06/09 N. 3779 ORDINANZA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI N. 3779 DEL 6 GIUGNO 2009
Riparazione degli elementi non strutturali e degli impianti danneggiati, riparazione e rafforzamento locale di elementi strutturali o parti di essi. Interventi su unità immobiliari valutate con esito di tipo B (temporaneamente inagibili) o C (parzialmente inagibili) – terremoto del 6 aprile 2009.
OPCM 9/07/09 N. 3790 ORDINANZA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI N.3790 DEL 9 LUGLIO 2009
Riparazione con miglioramento sismico di edifici danneggiati. Interventi su unità immobiliari valutate con esito di tipo E (inagibili o distrutte) – terremoto del 6 aprile 2009.
  LINEE GUIDA PER LA RIPARAZIONE E IL RAFFORZAMENTO DI ELEMENTI STRUTTURALI, TAMPONATURE E PARTIZIONI (Bozza) 
  LINEE GUIDA PER LA RIDUZIONE DELLA VULNERABILITÀ DI ELEMENTI NON STRUTTURALI, ARREDI E IMPIANTI 

UNI EN 1996-1-2 EUROCODICE 6 – PROGETTAZIONE DELLE STRUTTURE DI MURATURA – PARTE 1-2: REGOLE GENERALI – PROGETTAZIONE STRUTTURALE CONTRO L’INCENDIO
UNI 9502 CALCOLO DELLA RESISTENZA AL FUOCO DEGLI ELEMENTI COSTRUTTIVI
D.M. 16/02/2007 CLASSIFICAZIONE DI RESISTENZA AL FUOCO DI PRODOTTI ED ELEMENTI COSTRUTTIVI DI OPERE DA COSTRUZIONE
D.M. 9/03/2007 PRESTAZIONI DI RESISTENZA AL FUOCO DELLE COSTRUZIONI NELLE ATTIVITA’ SOGGETTE AL CONTROLLO DEL CORPO NAZIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO
CIRCOLARE N. 1968 DEL 15/02/2008 PARETI DI MURATURA PORTANTE RESISTENTI AL FUOCO

UNI EN 1996-1-2 EUROCODICE 6 – PROGETTAZIONE DELLE STRUTTURE DI MURATURA – PARTE 1-2: REGOLE GENERALI – PROGETTAZIONE STRUTTURALE CONTRO L’INCENDIO
UNI 9502 CALCOLO DELLA RESISTENZA AL FUOCO DEGLI ELEMENTI COSTRUTTIVI
D.M. 16/02/2007 CLASSIFICAZIONE DI RESISTENZA AL FUOCO DI PRODOTTI ED ELEMENTI COSTRUTTIVI DI OPERE DA COSTRUZIONE
D.M. 9/03/2007 PRESTAZIONI DI RESISTENZA AL FUOCO DELLE COSTRUZIONI NELLE ATTIVITA’ SOGGETTE AL CONTROLLO DEL CORPO NAZIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO
CIRCOLARE N. 1968 DEL 15/02/2008 PARETI DI MURATURA PORTANTE RESISTENTI AL FUOCO

UNI EN 1745 METODI PER DETERMINARE I VALORI TERMICI DI PROGETTO
UNI 10355 MURATURE E SOLAI – VALORI DELLA RESISTENZA TERMICA E METODO DI CALCOLO
L. 9/01/1991 n. 10 NORME PER L’ATTUAZIONE DEL PIANO ENERGETICO NAZIONALE IN MATERIA DI USO RAZIONALE DELL’ENERGIA, DI RISPRMIO ENERGETICO E DI SVILUPPO DELLE FONTI RINNOVABILI DI ENERGIA
D.M. 26/O8/1993 n. 412 REGOLAMENTO RECANTE NORME, PER LA PROGETTAZIONE, L’INSTALLAZIONE E LA MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI DEGLI EDIFICI, AI FINI DEL CONTENIMENTO DEI CONSUMI DI ENERGIA, IN ATTUAZIONE DELL’ART.4, COMMA 4 DELLA L. 9/01/1991, n.10.
DECRETO 2/04/1998 MODALITÀ DI CERTIFICAZIONE DELLE CARATTERISTICHE E DELLE PRESTAZIONI ENERGETICHE DEGLI EDIFICI E DEGLI IMPIANTI AD ESSI CONNESSI
D.M. 27/O7/2005 NORMA CONCERNENTE IL REGOLAMENTO D’ATTUAZIONE DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N.10 (ARTICOLO 4, COMMI 1 E 2), RECANTE: “NORME PER L’ATTUAZIONE DEL PIANO ENERGETICO NAZIONALE IN MATERIA DI USO RAZIONALE DELL’ENERGIA DI RISPARMIO ENERGETICO E DI SVILUPPO DELLE FONTI RINNOVABILI DI ENERGIA”
D. Legs. 19/08/2005 n. 192 ATTUAZIONE DELLA DIRETTIVA 2002/91/CE RELATIVA AL RENDIMENTO ENERGETICO NELL’EDILIZIA (G.U. N.222 DEL 23.09.2005 – SUPPL. ORDINARIO N.158)
DPR. 2/04/2009 n.59 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 2 aprile 2009, n. 59 Regolamento di attuazione dell’articolo 4, comma 1, lettere a) e b), del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192, concernente attuazione della direttiva 2002/91/CE sul rendimento energetico in edilizia
DM 26/06/09 DECRETO MINISTERIALE 26 giugno 2009, “Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici”

Share

Commenti / domande